Kho Phangan e Kho Tao: in viaggio senza passeggino

Dopo aver visitato Bangkok, Chiang Mai e Chiang Rai il nostro viaggio prosegue alla volta del mare, ci attendono 8 giorni di meritato riposo che dedicheremo all’esplorazione di queste due isole situate nel Golfo del Siam. Koh Tao e Koh Pangan, insieme a Koh Samui,che però avevamo già visitato in passato, sono le isole che godono del clima più favorevole durante la nostra stagione estiva. Non saranno infrequenti qualche nuvola e qualche acquazzone, ma saranno oltremodo passeggeri.

Per arrivare sulle isole vi sono diverse soluzioni  sia in ordine di tempo che di costi. Noi siamo partiti da Bangkok, dove eravamo rientrati la sera prima con un volo da Chiang Mai alla modica cifra di 30 euro a testa bagagli compresi. Da Bangkok abbiamo scelto il combinato di Nok Air volo+pullman+traghetto che per soli 54 euro e 6 ore di viaggio ci ha portati direttamente al porto di Kho Phangan nostra prima meta.  Un’alternativa un po’ più economica è la soluzione pullman notturno+traghetto. I pullman sono dei gran turismo con il bagno, il viaggio è un po’ lungo, ma essendo di notte è fattibilissimo anche con i bambini, che sicuramente dormono più comodamente di un adulto. Il pullman vi porterà direttamente al molo dal quale partirà il vostro traghetto per le isole.

Sulle isole sono presenti diversi supermercati 7/11 dove all’occorrenza potrete trovare di tutto, dal cibo ai generi di prima necessità sia che si viaggi con bimbi che senza. La temperatura all’interno è di molto sotto lo zero, tenetene conto.

Alla scoperta di Koh Phangan

All’arrivo al porto di Tong Sala, se non avete concordato prima il trasferimento, troverete diversi taxi collettivi che a seconda della zona dove avete scelto di alloggiare vi esporranno una tariffa a persona, qui i prezzi sono fissi non perdete troppo tempo a contrattare, se non ci salite voi ci salirà qualcun altro.

Koh Phangan è un’isola con una grande strada principale i mezzi di trasporto più utilizzati oltre ai motorini sono i pick up che fungono da taxi oltre ai più conosciuti songtaew.

Il paesino più famoso è senza dubbio Haad Rin dove ogni mese si tiene il full moon party, è a tutti gli effetti un rave  sulla spiaggia che comincia al tramonto e va avanti fino all’alba tra musica, cocktail, balli, luci psicadeliche echi più ne ha più ne metta. Ovviamente per l’occasione arrivano sull’isola una moltitudine di giovani anche dalle isole vicine.

A Koh Phangan abbiamo scelto di alloggiare sulla splendida spiaggia di Salad Beach sul versante ovest dell’isola, sabbia bianca mare trasparente qualche palma a creare un po’ d’ombra e tanti localini che affacciano sulla spiaggia per la cena.

 

Koh Phangan e Koh Tao con i bambini

Dalla nostra posizione è facile raggiungere il grazioso villaggio di Chaloklum dal quale prendere una long tail per farvi portare sulla spiaggia più bella dell’isola che è Bottle Beach.  Arrivati al molo contrattate il prezzo del trasporto andata e ritorno, il primo prezzo che vi proporranno non è esattamente il prezzo giusto. Una volta pagato vi dirigerete sulla spiaggia e vi verrà indicata la vostra barca, appena si riempirà vi porterà alla spiaggia da voi scelta.

Koh Phangan e Koh Tao con i bambini

Bottle Beach vi si presenterà in tutto il suo splendore,  una mezzaluna di sabbia bianca circondata da un mare dalle sfumature dal verde allo smeraldo.

Qui potrete trovare qualche ristorantino dove pranzare e qualche palma dove trovare un po’ di ombra.   I più fortunati hanno affittato direttamente su questa spiaggia dei bungalow spartani  e prendono il sole pigramente sdraiati sulle amache.

Koh Phangan e Koh Tao con i bambini

Come dicevamo a Koh Phangan abbiamo alloggiato presso il Haad Yaao Villa, un complesso di bungalow piuttosto ben tenuti, dove però non vi è in dotazione il phon, per noi una mancanza non significativa, ma che magari a qualcuno potrebbe interessare. Il personale non è tra i più simpatici della zona, non sappiamo dirvi come sia la cucina perché a parte la colazione abbiamo sempre scelto di cenare in altri locali.

Se volete variare la vostra dieta, carino, ma decisamente affollato è l’House People, cucina thai, ma anche occidentale, buoni gli hamburger. In generale non è certo complicato trovare un posticino dove cenare.

Seconda tappa Koh Tao

Terminata la nostra permanenza a Ko Phangan ci spostiamo sull’isola di Koh Tao utilizzando un traghetto di Lompraya, che in un’ora di navigazione ci porterà a destinazione. Arrivati al porto di Mae Haad ci trasferiamo a Sairee Beach nostra base per questi ultimi giorni di mare.

 

Koh Phangan e Koh Tao con i bambini
Koh Tao è uno dei paradisi per chi ama le immersioni, tantissime scuole di diving disseminate per tutta l’isola offrono anche la possibilità di ottenere il brevetto a prezzi interessanti. Non troverete invece playground, ma tantissime grandi altalene disseminate per le spiagge, anche a Koh Panghan naturalmente, ed è un divertimento senza paragoni, almeno per noi.

Durantela nostra permanenza abbiamo alloggiato al Seashell Resort, buona base per partire alla scoperta dell’isola affacciato sulla spiaggia di Sairee. Ha le potenzialità di un resort, ma l’organizzazione è stata per noi davvero poco valida. Vi basti sapere che al nostro arrivo ci hanno assegnato due camere di categoria inferiore a quelle prenotate e che solo il giorno dopo e dopo svariate insistenze siamo riusciti ad ottenere le camere corrette che comunque avevamo già pagato. Naturalmente nessun tipo di rimborso o di scuse da parte della direzione. Quindi senza dubbio no, dal punto di vista della gestione non lo consiglierei.

La posizione invece è ottima per visitare le varie spiagge dell’isola e piuttosto strategica per la scelta di ristorantini dove cenare.

Il cibo non è certo un problema a Koh Tao così come i rent a bike, è possibile infatti noleggiare motorini ad ogni angolo di strada. Un ristorantino Thai davvero buonissimo e super economico è il The blue chair a Sairee Village, se dopo tanta cucina Thai vi dovesse venire un’irrefrenabile voglia di pizza allora provatela da Saire Saire Restaurant. Se invece come noi ogni tanto amate concedervi una buona birra con un hamburger l’indirizzo giusto è Hippo Bar&Grill, servizio veloce panini sfiziosi con anche l’opzione vegetariana.

Ma partiamo con la nostra esplorazione dell’isola, a caccia delle spiagge più belle.

 

Koh Phangan e Koh Tao con i bambini

Ao Leuk Bay a sud-est dell’isola è una piccola spiaggia dove poter praticare dell’ottimo snorkeling a pochissimi metri dalla riva, per arrivarci bisogna percorrere una bella discesa piuttosto dissestata, noi l’abbiamo fatta con il pick up e abbiamo mangiato un po’ di polvere, cosa piuttosto comune sedendosi all’esterno sul cassone. L’ingresso alla spiaggia ha una fee di 100 bath (agosto 2016). Compreso nel biglietto c’è un soft drink da ritirare al baretto sulla spiaggia. Come dicevamo la spiaggia è piuttosto piccola, è possibile affittare ombrelloni e sdraio, ma tenete conto che potrebbe essere un po’ affollata.

Koh Phangan e Koh Tao con i bambini

Tanote Bay anche questa spiaggia è raggiungibile con una discesa su strada sterrata, fatevi accompagnare la mattina presto per accaparrarvi un po’ d’ombra. La spiaggia è davvero molto bella, sabbia bianca e mare turchese, pochissima ombra come dicevo e l’immancabile baretto dove poter mangiare un buon pad thai, tempi lenti, ma conto davvero minimo.

Koh Phangan e Koh Tao con i bambini

Koh Phangan e Koh Tao con i bambini

Shark Bay una bella spiaggia di sabbia bianca a forma di mezzaluna, alle spalle un lussuoso resort che affaccia proprio sul mare, i prezzi che troverete non saranno molto allineati con lo standard thai quanto con quello europeo, tenetene conto nel caso vogliate fermarvi a mangiare . Vi si accede proprio dal resort pagando una piccola fee di ingresso.

Koh Phangan e Koh Tao con i bambini

Non perdetevi infine una gita all’isola di Ko Nang Yuan che è situata a nord ovest di Koh Tao, non lontano dalla costa. E’ possibile raggiungerla con una long tail boat oppure affidandosi ad un tour organizzato.

E’ formata da tre alture a forma di cono collegate una all’altra da un istmo di sabbia chiara che vi regalerà un panorama davvero suggestivo. Questa è senza dubbio una tra le spiagge più belle e come tale anche più affollata. Ricordate, che in tarda mattinata arrivano le barche che fanno i tour delle spiagge e scaricano un gran numero di turisti, che in parte rovinano la magia di questo bel posto. Suggerisco di raggiungere Ko Nang Yuan usando una long tail boat è il modo più flessibile come soluzione, l’ideale sarebbe raggiungerla subito alle 10.00 in modo da godere del mare prima dell’arrivo dei turisti con i tour organizzati. Ricordate che c’è un bel view point da raggiungere con una scarpinata non troppo complicata, ma neppure semplicissima, consigliamo di evitate di farla in ciabatte. Non è permesso stendere l’asciugamano sulla sabbia, è possibile affittare sdraio e ombrelloni a prezzi bassi.

Koh Phangan e Koh Tao con i bambini

La foto che vedete è gentilmente concessa da Giorgia, perchè noi a Koh Nang Yuan non siamo riusciti ad andare. Eva infatti ha pensato di farsi venire una bella febbre giusto la mattina in cui avevamo programmato l’escursione, nonchè nostro ultimo giorno a Koh Tao, un motivo in più per decidere di tornarci un giorno, chissà…

 

About Giovanna

Giovanna alias Giò, amo viaggiare, il mare, i dolci, i libri per bambini, i film di Almodovar, le scarpe, il cioccolato fondente e la cannella. Quando mi appassiono ci metto l'anima, ma non cedo facilmente alle mode passeggere o alle lusinghe. La mia prima risposta e' sempre no, da buona bilancia amo ponderare tutti i pro e i contro almeno millemila volte. Chi mi ama lo fa per sempre.

Leave a Reply

Your email address will not be published. Required fields are marked *