viaggiatori stanziali

3 buoni motivi per scegliere di essere viaggiatori stanziali

Se ci leggete da un po’ di tempo avrete notato la passione delle Rolling Mamas per i viaggi. Si amiamo viaggiare.
Avete visto quelle due in Thailandia? A Berlino? Valencia? Poi aspettate… Londra, Budapest…e ora? Una sta pianificando la Scozia un’altra l’Irlanda e senza fare nomi c’è una che ha già una prenotazione fatta per dicembre. Conoscono tutte le offerte, si scambiano trucchetti e codici sconto, accumulano miglia e come se non bastasse frequentano gruppi Facebook di viaggi,
“sai così per avere spunti…”
 
Devo confessarvi una cosa.
Noi andremo in campeggio. Qui vicino. In un posto dove andiamo praticamente ogni volta che possiamo.
viaggiatori stanziali

Vacanza non è sempre sinonimo di viaggio

Si si le altre Rolling lo sanno, ci vogliono bene lo stesso… e sapete perchè? perchè la verità è che a noi piace così.
Durante le nostre ferie o appena abbiamo qualche giorno disponibile, ci piace rallentare. Ci piace fare tutto con calma, trascorrere tempo all’aria aperta, dedicarci al nostro sport preferito  (il kitesurf), stare tra amici e concederci qualche buona cenetta. Abbiamo scelto un paio di località tra lago e mare dove troviamo tutto ciò e come dire, siamo diventati stanziali.

Viaggiatori stanziali: ci sono anche dei vantaggi

Ma come non vi annoiate a frequentare sempre gli stessi posti?
Naaa… ma che annoiarsi, la verità è che ci rilassiamo e abbiamo trovato comunque attività divertenti e interessanti per i bambini all’insegna della lentezza.
Abbiamo anche fatto viaggi più avventurosi eh in passato, abbiamo le prove possiamo mostrarle su richiesta 😉
Noi ci abbiamo anche provato a fare i viaggiatori veri… abbiamo persino preso l’aereo, ve lo giuro, ma tornati a casa, abbiamo avuto bisogno di un’altra settimana di ferie.
Chi segue con passione i nostri post sui viaggi oggi storcerà il naso, ma io vorrei comunque illustrarvi i vantaggi del viaggiatore stanziale.

È impossibile perdersi

Non si ha bisogno di un navigatore. Al massimo possiamo concederci il lusso di un buon google maps con il traffico in tempo reale.

La località di base peró puó essere un buon punto di partenza per esplorare le zone circostanti. A distanza di anni riusciamo a trovare ancora deliziosi luogi da noi inesplorati, che siano paesi,  chiese, parchi, musei ma anche ristoranti…diciamolo! Perchè la vacanza è anche piacere per la panza!

Si fa gruppo

I viaggiatori stanziali fanno branco.
Si ritrovano ogni anno nello stesso luogo, col tempo imparano a riconoscersi e per il tempo che trascorrono insieme diventano amici, salvo poi salutarsi, per ritrovarsi ancora qui, il prossimo anno.
Noi incontriamo ogni anno lo stesso ragazzo tedesco che da noi si fa chiamare Michele (nella sua lingua non si chiama cosí…credo non voglia metterci in imbarazzo con la pronuncia). Ormai siamo amici, non ci siamo mai dati appuntamento, ma le nostre ferie combaciano puntualmente ogni anno.
Se poi da stanziale seriale (3 o 4 posti preferiti) diventi come noi  attualmente stanziale fisso (una cosa tipo “non avrai altro camping all’infuori di qui“) allora il branco diventa proprio una famiglia allargata. Una sorta di tribù, con bambini che spuntano da tutte le parti, grigliate in compagnia e tante risate.

E’ possibile coltivare realmente uno sport

Ora seriamente volete dirmi che prendereste un aereo portandovi dietro una canoa ogni volta che decidete di andare da qualche parte? Direte voi ma non puoi farti piacere il jogging e levarti da ogni problema?
Se volete coltivare uno sport “ingombrante” quale che sia, windsurf, canoa, sub, kitesurf, vela, ecco avere un luogo fisso è un grande vantaggio. Ho già detto canoa?
Poi arrivano su WhatsApp foto di viaggi, di quelli veri, zaino in spalla. Quelli che ti rendi conto che viaggiare è un’altra cosa, tu se tutto va bene stai facendo un trasloco.
Perchè con la scusa che si va in macchina ti porti dietro la qualunque, fosse mai che viene utile. Poi senti qualcuno che sussurra “questa volta solo bagaglio a mano per 10 giorni…” e pensi “ma magari“, poi ti ricordi che quest’anno avete pensato di portare anche le bici, che così ci facciamo qualche sgambettata in compagnia. Poi aggiungici il monopattino,  la bici senza pedali, la preziosa attrezzatura sportiva e si più che una vacanza sembra proprio una transumanza.
Fortuna che se dimentico qualcosa posso tornare a casa a prenderlo 😉
Buon viaggio a tutti!

About Erika

Sono Erika, le mie passioni più grandi sono Genova con i suoi odori e i suoi sapori, il mare, il kite surf, che e' una passione di famiglia, le scarpe e la mia macchina da cucire. Sono in continua evoluzione il bozzolo che diviene farfalla più e più volte. Arrivare in anticipo e' per me la regola. Trovo che l 'amore sia il motore, chi mi ama ha sempre il mio cuore.

Leave a Reply

Your email address will not be published. Required fields are marked *